Cerca nel blog

mercoledì 17 novembre 2010

Frutticoltura, potatura e innesti

In Febbraio di quest'anno ho iniziato a frequentare un corso di
Frutticoltura, potatura e innesti organizzato dal nostro Comune.
 Nella locandina di presentazione c'era scritto rivolto a:  imprenditori agricoli a part-time, proprietari e affittuari di terreno da loro lavorato, pensionati e appassionati di frutticoltura.

Ovviamente io non appartengo alle categorie
elencate tranne che per l'ultima e recentissima alla quale mi sono avvicinata da poco.

Già mi aspettavo, inoltre, anche che fra i 70 iscritti ci fossero pochissime donne (mi pare fossimo in 4) e una buona metà di signori pensionati di una certa età con la fortuna di avere salute e tempo libero per stare all'aperto.
Sinceramente all'inizio mi sono sentita un pò in imbarazzo però poi mi son detta perchè una donna non può dedicarsi a queste attività?

Comunque ormai siamo giunti al termine, avremo un'ultima lezione pratica sul campo ( nel vero senso della parola) in primavera (a Marzo).
Iniziando le lezioni in Febbraio, le lezioni hanno seguito l'andamento reale delle stagioni conciliando quindi la teoria e la  pratica al fine di aiutarci a:

 
 ottenere una buona produzione di frutta salubre.
 scegliere specie e varietà che richiedono pochi trattamenti antiparassitari
 essere in grado di prevenire e/o curare le malattie fondamentali delle piante da frutto
 riconoscere le malattie più frequenti nei frutteti famigliari
 evitare gli errori più gravi e diffusi durante la potatura di allevamento e di produzione che compromettono per sempre la forma dell’albero e/o diminuiscono fortemente la produzione
 conoscere gli organismi utili e le tecniche di gestione del frutteto atte ad incrementarli

attraverso questi argomenti abbiamo imparato :

 come scegliere specie e varietà che richiedono pochi trattamenti antiparassitari
 come impiantare un frutteto famigliare (lavorazione terreno, concimazione, scelta dell’astone, piantagione astoni, pacciamatura terreno ecc.)
 Le forme di allevamento delle piante da frutto adatte al frutteto famigliare
 Potatura di produzione delle piante da frutto
 Innesto delle piante da frutto
 Difesa biologica e/o integrata dalle più pericolose e diffuse malattie delle piante da frutto
 Concimazione
 Gestione del terreno nel frutteto
 Irrigazione del frutteto con sistemi efficienti (cenni)
 ottenere una buona produzione di frutta salubre




la pricincipale nostra difficoltà è stata quella di mettere subito in pratica gli insegnamenti perchè i nostri alberelli da frutto non sono vicino a casa,
perchè lavoriamo a tempo pieno
e vi possiamo dedicare solo sabato e domenica.

La potatura però è stata sperimentata chissà... i risultati si vedranno dai prossimi anni.
In quanto a produzione quest'anno... meglio lasciar stare l'argomento...
Speriamo meglio l'anno prossimo.
In tutto abbiamo 11 alberi di varia età : meli, peri, 1,1 kaki, 1 melo cotogno.
Fino a poco tempo fa nessuno si occupava di loro.
Quest'anno abbiamo piantato due nuovi alberi ed cercato di migliorare la gestione del terreno del nostro campetto.


Mi è piaciuta la tendenza al biologico del nostro relatore che ci ha fornito delle valide alternative ai trattamenti chimici per le malattie delle piante.

Ci ha insegnato a riconoscere larve di insetti utili quali le coccinelle e non solo quelle che conosciamo meglio (cioè rosse con puntini neri).

Abbiamo imparato a fare un'elementare analisi del terreno su cui vorremmo lavorare per capire se è adatto alle nostre colture.

Anche l'esperienza degli altri partecipanti ha aiutato molto.


Tutto questi mi ha appassionato e, portando a casa ciò che imparavo, ho cercato di coivolgere il resto della famiglia in tutto questo.
Il mio fine è sempre quello di poter mangiare cose sane e di passare tempo libero all'aria aperta.

4 commenti:

  1. Che bel blog! Sono felice che tu sia passata da me,così ricambiando la visita, ho scoperto le belle cose che hai scritto!Grazie!
    Abbiamo qualche assomiglianza nelle scelte di vita (anche se mio marito ed io siam due "vecchietti" e pure cittadini... che stanno cercando di traslocare in campagna).
    Voi siete giovani e avete fatto benissimo...
    Ho visto anche lo splendido casolare che volete ristrutturare...bravi!
    Noi andiamo un pò a rilento ..ma chissà che col tempo si riesca ad andarci a vivere!Passerò spesso da te a leggerti,sono felice di fare la nuova conoscenza, ciao cara
    valverde
    p.s. che bello il corso tenuto dal vostro comune, se ne troverò uno anch'io dalle nostre parti , proverò a partecipare, perchè sono veramente a zero su ogni cosa e leggere solo dei libri come faccio io non basta!

    RispondiElimina
  2. Interessante l'iniziativa del tuo comune. Io con le piante sono un disastro: le amo, le rispetto, provo un'attrazione infinita per il loro essere ... ma non riesco a combinare niente di positvo.
    Ciao

    RispondiElimina
  3. VALVERDE: Benvenuta e tanto piacere di conoscerti! Son contenta che ti piaccia il mio blog ed anche io devo passare dal tuo anzi dai tuoi a leggere ancora tante cose interessanti. Ho cisto nei tuoi commenti sparsi qua e là che scrivi sempre che sei vecchietta, io credo non si sia mai troppo vecchi per inseguire i propri sogni!! Ciao!!!

    EMANUELA: Guarda a me dicono che ho il pollice verde, non so se è vero. Osservo molto le piante anche quelle che ho in casa, sto attenta ai loro cambiamenti e se servo intervengo (Acqua ecc) a volte ci parlo pure...hahahah ciao ciao

    RispondiElimina
  4. Grazie per riassumendolo così bene. Io credo che sarò tornare qui spesso. Con i migliori saluti.

    RispondiElimina


Translate

Post piu letti nell'ultima settimana

Qualche post dal passato...