Cerca nel blog

venerdì 10 dicembre 2010

Parlando del tempo, dell'orto...


Oggi pomeriggio/sera: Cielo sereno o poco nuvoloso e visibilità ottima ad eccezione delle Dolomiti, dove ci sarà un'alternanza di annuvolamenti e schiarite con qualche fiocco di neve sulle zone di confine.

I venti che da giovedì pomeriggio hanno portato un significativo cambiamento delle condizioni meteorologiche continueranno ad interessare tutta la Regione ed in particolare la montagna; in quota accentueranno la sensazione di freddo, in alcune valli produrranno effetto Foehn.

Sabato e domenica: nessuna variazione di rilievo (si dice così di solito vero?)




Il vento caldo, giunto come da previsioni, ha sciolto gran parte della neve caduta a quota medio-bassa e ha innalzato le temperature di quasi 10° ripetto ai giorni in cui nevicava.


Domenica scorsa siamo saliti per goderci un pò la neve fresca appena caduta.
Nella tarda mattinata il cielo ci ha fatto un bel regalo, le nuvole si sono dissipate per un'oretta  e la grigia giornata ci ha regalato lo stupendo spettacolo della neve al sole.









Siamo scesi per vedere il nostro orto, ed ecco lo spettacolo che si è presentato.
L'orto in letargo.
Adesso non serve più coprire il nostro radicchio.
E' la sotto, ci pensa la neve!
Né fare niente altro, fino a primavera.

Solo due cose importanti:
1 - vorrei stendere un piccolo progettino per il nuovo orto con un occhio di riguardo per la disposizione degli ortaggi, consociazioni fra piante, distanze.
Almeno per partire bene con i tempi e gli acquisti di semi e piantine poi si vedrà.
2 - continuare a cercare un piccolo aratro, adatto al nostro trattorino e alla nostre "tasche"!






Il kaki l'albero di Natale più naturale che c'è!

Originario della Cina: lo sapevate che veniva considerato il pane degli Dei?
Fu definito dai cinesi, in maniera un pò fantasiosa, l'albero dalle sette virtù:
lunga vita, grande ombra, legno per riscaldarsi, resistenza ai parassiti e assenza di tarli, rifugio per gli uccelli e grandi foglie con cui si può: giocare,  e concimare la terra.


La neve ha ricoperto il bosco che ancora le foglie non erano cadute tutte.



Che fatica camminare sulla neve ma che bello tuffarsi!!

7 commenti:

  1. queste tue foto creano un racconto!
    che meraviglia!
    l'albero del cachi è magnifico così addobbato ^_^

    RispondiElimina
  2. Un racconto di vita vera che mi ha scaldato il cuore nonostante le foto parlassero di freddo!
    Un saluto.

    RispondiElimina
  3. Visto e descritto così sembra scaldare anche l'orto sotto la neve.

    RispondiElimina
  4. Che bello il luogo dove vivi... grazie per aver condiviso con noi le immagini.
    Anche noi vorremo trovare un aratro e un piccolo trattore per i piccoli lavori,che a mano non riusciamo! chissà ...
    ciao, cari saluti
    valverde

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutti per i bei commenti!

    RispondiElimina
  6. le foto dell'albero di cachi sono le più belle, quel tocco di colore, vivo, solare, estivo, in mezzo a tutta quella neve.... stupendo!!

    RispondiElimina
  7. Grazie di essere passata da me cosí ho scoperto il tuo blog!
    ...bellissime foto... i cachi con la neve, che splendore!

    RispondiElimina


Translate

Post piu letti nell'ultima settimana

Qualche post dal passato...