Cerca nel blog

domenica 5 giugno 2011

Non-si-fa

Bellissime le gare di mountain bike! All'insegna dello sport e salute. In più di mille hanno partecipato alla maratona, lo scorso fine settimana.
Partiti dalla città per poi arrampicarsi sulle colline, in mezzo alla natura, in un percorso che si è snodato tra asfalto,sterrato e contrade caratteristiche, per 60Km.
Verdi paesaggi a far da cornice, le montagne stagliate in un brillante cielo blu.

Ed ecco il nostro raccolto in neanche 1 Km di sterrato,  moltiplicate questo per 60Km. Ogni altro commento è per me superfluo.

6 commenti:

  1. Percorriamo io e Chiara moltissimi km camminando, non sempre in sentieri, e camminando ai margini ne vediamo di tutte le nefandezze possibili. Siamo ben lontani ad avere una coscienza decente. Se passiamo ai lati dove spesso ci sono gare cicliste c'è di tutto, per non parlare degli spettatori dei rally a loro dò la palma d'oro per la inciviltà.

    RispondiElimina
  2. In generale odio chi pensa di amare la natura solo perchè ci passa qualche minuto. Proprio domenica è passata una fila interminabile di motociclisti (circa 100) con motori rombanti tra i miei monti. Il silenzio è stato violato, l'aria ammorbata. Perchè???

    RispondiElimina
  3. Già,vi racconto un episodio:anni fa io e mio fratello facevamo gare di moutainbike,durante una gara,nella foga,ho gettato la borraccia lungo il sentiero,dopo la premiazione,abbiamo inforcato di nuovo le bici e siamo andati a raccoglierla.
    Non sopportavo che il bosco si ricordasse del mio passaggio.

    RispondiElimina
  4. Grandi!! Ma credo siate anche gli unici e i soli ad aver mai fatto una cosa del genere. Quello che non capisco è: ma se ti sei portato la "merendina" in tasca o sulla schiena fino a lì la carta è poi troppo pesante da riportare a casa o da gettare in un cestino al termine della gara? Forse lo sforzo è troppo pesante?
    E gli organizzatori? E l'amministrazione? ? Ambiente, il posto, "che bello qua", "che bello la" ma solo fin quando ti porta guadagno? Che nervi!!

    RispondiElimina
  5. eh già, che tristezza!
    Mio marito è nell'organizzazione della gara e so per certo che qualcuno degli organizzatori ce la mette davvero tutta per evitare queste schifezze, solo che ci sono anche tante tante persone incivili (tnato per usare un termine "leggero" per per definirle). Qualche giorno dopo la gara hanno passato una parte del percorso per ripulirlo, raccogliendo un bottino molto simile al tuo, ma non è ovviamente la soluzione: se le persone non hanno nessun rispetto per nulla, è quasi una lotta contro i mulini a vento. L'organizzazione sta già pensando a una campagna da intraprendere per sensibilizzare i partecipanti per la gara dell'anno prossimo... se avete idee, perché no? condividete pure: si sa mai che si riesca a ottenere qualche risultato
    Ciao! Chiara (di ValLeoGAS)

    RispondiElimina
  6. Ciao Chiara! Sono convinta anzi non vorrei mai mettere in dubbio che ci siano persone nell'organizzazione a cui dispiaccia questa cosa. Inoltre non sono fra quelli che vorrebbero che queste manifestazioni non si facessero più anzi. Ho assistito anche io con piacere al passagio dei bikers in contrà. Però bisognerebbe fare qualcosa: manifesti per sensibilizzare alla partenza, un informativa all'iscrizione, qualche osservatore lungo il percorso. Uffa!! Bisogna sempre minacciare le persone di multe, sanzioni o penalizzazioni per queste cose??? Io proprio non so cosa passa per la testa di certi sporcaccioni!!

    RispondiElimina


Translate

Post piu letti nell'ultima settimana

Qualche post dal passato...