Cerca nel blog

lunedì 17 ottobre 2011

Frutti d'Autunno

L'albero delle noci qui da noi in dialetto si chiama "nogara" e quest'anno le nostre nogare ci hanno donato dei frutti particolarmente sani e in buona quantità.
In famiglia amiamo in modo particolare questo dono dell'Autunno.
Quindi abbiamo fatto scorta per la stagione fredda, che è ormai giunta.
Sulla nostra tavola è abitudine a fine pasto portare a tavola una bella ciotola di legno piena di noci e nocciole, con tanto di martelletto in legno per rompere i gusci che racchiudono tanta bontà. E in quell'occasione va in scena in classico teatrino in cui senti:

" Attento agli occhi"
" Batti piano con quel martello"
" Fai andare i gusci in giro per tutta la stanza, poi spazzi tu eh..."
" Ehi vuoi accecarmi? "
" Ci sono noci e noccioline in giro per tutta la stanza "
...


Per me, la raccolta delle noci è un evento che segna emotivamente l'inizio della stagione autunnale, spesso si comincia a raccogliere ancora vestiti di maniche e pantaloni corti e si continua, poi, quasi in giacca a vento, come quest'anno.
E' inoltre, una buona occasione per passare qualche ora all'aria aperta e per fare una bella passeggiata.



Se si raccolgono fresche, ancora nel loro bel guscio verde, si dovrebbero sbucciare subito cosicché rimangano belle pulite, altrimenti il mallo marcendo e seccandosi si attacca alla noce: oltre a essere molto difficile poi da togliere le noci risultano nere e brutte (ma son buone comunque) e se non abbiamo con noi un paio di guanti avremo nere anche le mani per un bel pò di tempo.
Purtroppo mi risulta che le noci in commercio vengono sbiancate chimicamente per essere rese belle per la vendita. Non sono riuscita a trovare un regolamento generale in merito. Ci sono delle leggi regionali, se poi sono estere proprio non so.


L'albero del noce andrebbe tradizionalmente "battuto" (bacchiatura) cioè percosso con delle lunghe pertiche di legno per far cadere la noce, ancora dentro il suo bell'involucro verde, raccolta e "sgusciata" in tempi brevi.
A volte il tempo viene in soccorso con qualche giornata di vento.
Precedentemente, si taglia l'erba sotto gli alberi per facilitare la raccolta.
Poi si mettono ad asciugare-seccare e "stagionare" per qualche tempo in un posto asciutto ma abbastanza ventilato. Se ben seccate dureranno a lungo, anche un anno.

Inoltre, "tre noci al giorno" o poco più, fanno davvero bene, non è solo un detto.
E' dimostrato che donano importanti benefici a livello cardiovascolare, contengono i grassi quelli buoni e vitamine importanti.

Direi che se qualcuno, come al solito, non esagera con le scorpacciate anche per quest'anno siamo a posto!

7 commenti:

  1. l'albero di noci mi ricorda la mia infanzia.... mi hai fatto tornare in mente dei bei momenti...
    a me piace tanto anche il profumo delle foglie.... unico!

    RispondiElimina
  2. Che scelta meravigliosa, andare a vivere fuori dal caos, ne parlo sempre con mio marito di trasferirci; ma una scelta come la vostra forse per noi è troppo, comunque vi invidio vivere all'aria aperta in montagna, mangiare cose genuine che ti regala la terra.
    E poi le noci che buone.
    Ci sentiamo presto, ciao.
    Paola A.

    RispondiElimina
  3. Non ho mai raccolto le noci. Non ho mai visto come crescono. Devo informarmi e recuperare...
    ...e pure le mangio in quantità.(è una fonte importante di proteine per vegetariani).
    Grazie di questo post: bello e utile.

    RispondiElimina
  4. Mi sembra i discorsi che facciamo anche noi in famiglia... solo che noi un albero di noci non l'abbiamo mai visto! (^_^)
    Ma sbaglio o avete raggiunto un regime di autosufficienza di noci?
    Encomiabile!

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutti per i bei commenti!
    Ci sarebbe tanto da chiaccherare e raccontare, ogni prezioso commento offre tanti spunti di riflessione che meriterebbero più di un semplice grazie!

    RispondiElimina
  6. Ecco, infatti io non riesco mai a togliere il mallo verde (cadono presto qui, se aspetto che il mallo si spacca i ghiri han già fatto festaccia! E poi mi rimane il mallo secco appiccicato come dici tu, ma buono a sapersi che non guasta la conservazione ;-)

    RispondiElimina
  7. Anche io ho fatto la mia bella scorta, intorno alla casa in cui vivo, in aperta campagna ci sono 4 noci. Il vento dei giorni scorsi ne ha fatte cadere parecchie e io appeno posso mi metto li a raccoglierle(per non chinarmi troppo quest'anno ho utilizzato le molle del camino!!) una cassetta l'ho pulita, l'altra ancora sta aspettando... il mio spuntino di pane e noci di metà mattinata è assicurato!!! ciao linda

    RispondiElimina


Translate

Post piu letti nell'ultima settimana

Qualche post dal passato...