Cerca nel blog

sabato 21 gennaio 2012

Deodorarsi, antiodorante o niente?

Collegandomi al post precedente mi introduco, finalmente, in questo argomento dato che è già un pò che un post era in sospeso in bozza.

Parlando di cosmetici e passando in rassegna lo stock di casa, sul quale volevo metter mano, per ridurre consumi e modificare le nostre scelte, uno dei primi a finire nel mirino è stato il deodorante.



Ovviamente perchè è il più utilizzato quindi quello che finisce prima e che mi poneva sempre di fronte ai soliti dilemmi sulla scelta davanti allo scaffale del supermercato: scelgo in base alla marca, al prezzo, agli ingredienti, per non parlare dell'influsso della pubblicità ecc. ecc.
Poi quando ho letto che, la maggior parte dei deodoranti in commercio, contiene un elemento altamente nocivo (cloridrato di alluminio) ho deciso di cercare delle alternative.

Prima di proseguire vorrei fare un paio di considerazioni.
Sudare è un processo totalmente naturale e necessario per il nostro corpo, il sudore contiene acqua, sali minerali e degli acidi che sono sostanze di rifiuto.
Le ghiandole sudoripare secernono delle sostanze che sono percepibili attraverso il  senso dell'olfatto. Nella loro funzione comunicativa trasmettono informazioni varie: genetiche (individuali), ormonali, sessuali, sulle emozioni momentanee (rabbia, paura, ansia ecc.)
Un altro fattore che incide sull' odore è l'alimentazione, in questo articolo potete leggere delle informazioni interessanti al riguardo.

Nelle società civilizzate è abitudine coprire o sopprimere questi, diciamo,"segnali" con sostanze varie odorose come detergenti, saponi, profumi, ed altri cosmetici.

sudorazione
Credits foto. Fotolia


Perchè la vita di società, al lavoro e in tutti gli altri ambienti, ci impone determinate regole di comportamento per la convivenza di più persone che trascorrono tanto tempo a reciproco contatto o vicinanza.

Non per questi suddetti motivi , dico io, dobbiamo spruzzarci addosso qualcosa che ci fa male, inquina, costa e così via.

Le alternative?
Ecco le nostre prove e le nostre alternative.
Attualmente stiamo utilizzando un antiodorante all' allume di potassio ( o allume di rocca: è lo stesso) in forma liquida cioè sciolto in acqua. L'azione salina dell'allume contrasta gli acidi che si possono formare e i relativi batterie e quindi gi odori. E' astringente, quindi chiude in effetti i pori, intralciando per così dire la normale sudorazione. Non sarebbe adatto perciò ad usi prolungati.


Altre informazioni trovate, da fonti verificabili:
L’allume di rocca è assolutamente naturale e su questo non ci piove. Ma il fatto che sia naturale non vuol dire che faccia bene. La questione è questa: moltissimi fabbricanti usano sali d’alluminio come antitraspiranti. Il più diffuso è il cloridrato di alluminio. L’alluminio che si libera fa contrarre il muscolo involontario che agisce sull’orifizio del canalicolo sudoriparo facendolo contrarre e quindi impedendo al sudore di uscire. Questa tecnica può solo indirettamente essere portata a sostegno della sua pericolosità. Indirettamente perché è vero che non espellendo il sudore non si espellono le tossine che vengono naturalmente eliminate tramite questa via. Questa tecnica non è assolutamente fisiologica, cioè comporta un cambiamento delle normali (appunto fisiologiche) azioni del nostro corpo. Anche l’allume di potassio libera alluminio, ma la sua forma chimica e la sua quantità è molto più bassa che nell’alluminio cloridrato e quindi fa meno male, ma sempre alluminio è.
Fonte http://www.terranuovaedizioni.it/article4406.htm
Fabrizio Zago, chimico industriale e autore del sito www.biodizionario.it


La simbologia chimica dell'allume di potassio è KAl(P2O5)2 X 12H2O


In commercio si trova in polvere, in cristallo oppure in queste formule più pratiche.



Un alternativa interessante è:  fare in casa il deodorante con ingredienti naturali.
Noi abbiamo provato il bicarbonato sciolto in acqua con aggiunta di olio essenziale alla menta (basta una goccia)
Però d'estate l'effetto è breve.
Di sicuro questi prodotti casalinghi non assicurano la copertura giornaliera dei deodoranti commerciali, quindi ci si deve regolare di conseguenza.

Ecco qualche ricetta:

POLVERE DEODORANTE:
1 parte di bicarbonato
1 parte di amido di mais
olio essenziale di tea tree (antibatterico, disinfettanze, antifungino) quantità a discrezione
usare un piumino da cipria per applicare, anche tutti i giorni.

DEODORANTE STICK
1/4 di tazza di bicarbonato
1/4 di amido di mais
10 gocce di olio essenziale di tea tree o lavanda
aggiungere 2 cucchiai di olio di cocco.
Mettere in uno stick riciclato. Applicare con maggior leggerezza rispetto a un normale stick altrimenti tende a sbriciolarsi.


Altre ricette potete trovarle QUI , QUA, QUI
On line si trovano anche molte Video ricette.


Ultimo consiglio, forse banale, trovare quache giorno in cui proprio non mettersi proprio niente sarebbe il massimo in tutti i sensi!!



4 commenti:

  1. io uso un pizzico di bicarbonato puro e basta... dopo essersi lavati si strofina una puntina di polvere e ti assicuro che rimani inodore per tutto il giorno... solo che non è molto indicato per le pelli delicate!

    RispondiElimina
  2. ho sempre avuto problemi di sudorazione... una volta ogni tanto una passata di alcool o disinfettante ammazza un po' di batteri e fa calare l'odore!
    ho provato varie marche di diverso prezzo e anche l'allume di rocca ma danno un risultato solo temporaneo... a fine giornata il problema persiste e se son in casa vabbè ma se devo uscire ancora mi tocca rilavarmi completamente

    passa da me che c'è un po' di pubblicità gratuita
    http://mammasuperabile.blogspot.com/2012/01/ringrazio-mamma-pasticciona-di-sono.html

    RispondiElimina
  3. molto interessante....grazie per le informazioni.
    francesca

    RispondiElimina
  4. Ciao, che bel blog! passo di qui per la prima volta :-)

    Spesso noi non usiamo proprio nulla, da quando abbiamo abbandonato l'ufficio e siamo fuggiti qui sui monti ce lo possimo permettere quasi sempre.
    Quando invece serve proprio io uso il bicarbonato puro, come Silvia: ho un piccolo barattolo (quelli da marmettata) con il bicarbonato in bagno, mi inumidisco la punta del dito sotto l'acqua, tocco il bicarbonato e lo frego piano sulla pelle.
    Secondo me è più efficace dei deodoranti classici!
    Bisogna però stare attenti a metterne pochissimo con le maglie nere perchè se si suda rimane l'alone bianco.

    Calendula
    http://ilvecchiocastagno.blogspot.com/

    RispondiElimina


Translate

Post piu letti nell'ultima settimana

Qualche post dal passato...