Cerca nel blog

giovedì 29 marzo 2012

Carciofaia



L'altranno ho provato a trapiantare un paio di piantine di carciofi, giusto per vedere cosa succedeva, se il terreno era adatto e se sopportavano i freddo.
Le ho messe in due posti diversi, così, senza lavorazioni del terreno e senza concimazioni di sorta.
Bene, una è morta l'altra invece è rigogliosa.

Così quest'anno ho deciso di impiantare una piccola carciofaia. Si, perchè il carciofino ha dato soddisfazione, ma mi sembra un pò pochino.

Abbiamo scassato il terreno con l'aratro, sul lato Sud dell'orto pacciamato.
Qui era una lingua di terra destinata passaggio, quindi il suolo qui non era adibito a orto.
Il mio intento era quello di ottenere una specie di siepe con la carciofaia per delimitare questo lato dell'orto.


Poi ho arricchito il terreno con letame, zappettato e livellato per benino.
Con l'aiutante che, sentiti i primi caldi, si è tolta le scarpe e ha pensato bene di passeggiare proprio lì, nella terra morbida e "profumata".....


Poi ho coperto il terreno pacciamandolo con erba secca in attesa delle piantine.


Eccole, otto in tutte. Trapiantate due per buco, così ho letto.
Circa ad un 80-100cm di distanza. 
Perchè poi si ingrandiscono molto e producono carducci (germogli)che potranno essere prelevati dalla pianta madre e reimpiantati.



QUI potete leggere degli utili consigli per avviare la coltura del carciofo nell'orto familiare.

Nota dolente: dopo una settimana dall'impianto un divoratore misterioso ha mangiato, da sotto, 4 piantine.
Una per buco, tanto per essere clemente.

Credo che questo sia una dei svantaggi principali della pacciamatura, che crea un habitat ideale per piccoli animaletti.
Topolino?
Grillo talpa?

11 commenti:

  1. Non è da tutti avere un'aiutante che ti livella il terreno con i calzini!!!
    Son belle davvero le piante di carciofo, io proprio non ho spazio libero, ma la tua idea di creare una sorta di siepe mi piace!
    Buon lavoro e... buona caccia! (chissà cosa sarà il misterioso divoratore!)
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! Anche se non ho intenzione di andare a caccia del colpevole perchè non uso veleno o trappole nel mio orto. Intanto vediamo come va....

      Elimina
  2. non avrei mai pensato di piantare un carciofo! ma una pianta più o meno quanti ne ha prodotti? mi piacerebbe proprio provare....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In condizioni ottimali ne produce uno centrale più grande e 2-3 laterali più piccoli. Se poi è in ottima salute potrebbe farne tanti di piccolissimi. ;-)

      Elimina
  3. Chissà come verranno tenerini e buoni! Dovresti cercare qualche animaletto antagonista per cacciare il colpevole...magari un cane!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmmmm, in effetti un cane a disposizione ce l'ho, ed è anche un segugio di natura!!

      Elimina
  4. Volevo segnalarti che ho aperto una raccolta di idee per il riciclo creativo per bambini in occasione del compleanno del blog:http://mammabook.blogspot.de/2012/03/raccolta-di-idee-per-il-riciclo.html

    Magari ti va di partecipare, o anche solo di spargere la voce...

    RispondiElimina
  5. Non ho mai preso in considerazione il carciofo. Mi piacciono moltissimo ma ho sempre pensato che qui facesse troppo freddo. Se la tua produzione andrà bene, ci penserò il prossimo anno. Resto a guardare!!!
    Un bacio
    Francesca

    RispondiElimina
  6. Ah ah ah!!!
    Troppo belli quei calsini ;)))))
    Io sul balcone non ho piantato carciofi :(
    Se li metto insieme a tutto il resto mio maritotigre mi caccia ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. He hehe .. Ho presente l'antifona... Aggiungo quella che fa: "le hai volute le piante, ora però arrangiati, sono tue..."

      Elimina


Translate

Post piu letti nell'ultima settimana

Qualche post dal passato...