Cerca nel blog

venerdì 25 maggio 2012

Mais Maranelo

Un giorno, per pura coincidenza, da una chiaccherata con R. un ragazzo che vive già  diversi annetti nella contrada dove stiamo ristrutturando casa noi, ho saputo che l'anno scorso ha seminato il mais e da 11kg di chicchi ha ricavato 10kg di buona farina per polenta.




R. è un giovane che per scelta ha acquistato e  sistemato un vecchio rustico come noi ed  vi vive con la sua compagna. 
Inizialmente non possedeva terra nella stessa proprietà poi finalmente ma con grande fatica è riuscito a farsi vendere un piccolo fazzolettino di qualche decina di mq dietro casa, aldilà della strada principale per costruirsi un capanno attrezzi, deposito legna e pollaio per qualche gallina.

Qui purtroppo c'è una certa strana mentalità di tenersi la terra a far rovi, piuttosto che darla a qualcuno di buona volontà...

Comunque successivamente dall'anno scorso altri gli concesso di coltivare un altro fazzoletto di terra a fianco.

Tornando al mais, mi raccontava con grandissima soddisfazione di aver avuto in regalo questa semente di rustica e di tipo  "vecchio". 
Poi l'ha portata a macinare in una vallata qui vicino, a fianco, da un vecchietto che fa girare un vecchio mulino con la macina.
Fantastico!

10kg di polenta!

Ed è rimasto soprattutto sorpreso di quanto poco scarto ci sia, praticamente zero. 
Dal campo alla tavola!

Il bello poi che senza nemmeno chiederglielo me ne ha dato un vasetto da seminare per quest'anno.
Quindi quest'anno... polenta di nostra produzione ??!!??!!
Basta che cominci a fare giornate di sole perchè al momento l'orto sembra paralizzato....


7 commenti:

  1. Però, chissà che bella soddisfazione sedersi davanti a quel piatto di polenta fumante...

    RispondiElimina
  2. La polenta di grano marano me l'hanno fatta assaggiare gli amici Losmogotes è buonissima.

    RispondiElimina
  3. Bell'esempio di decrescita! quella farina avrà sicuramente un sapore molto speciale...

    RispondiElimina
  4. un colore davvero promettente questo mais....
    francesca

    RispondiElimina
  5. Ciao Denise, ti posso assicurare che la polenta del mais coltivato in casa non ha nulla a che vedere con quella che comperi, davvero! Ha un sapore così intenso, e un profumo... noi la facciamo "integrale" cioè non buttiamo nulla del chicco; sarà per quello che quando la mangi sembra condita con l'olio... è semplicemente RICCA, piena di tutto quello che la terra le da! Buona coltivazione (e beata te che hai certi vicini...)
    Valeria

    RispondiElimina
  6. abitiamo a venezia ma abbiamo adottato dei piccoliterreni in valbrenta e quest'anno abbiamo coltivato il mais maranello. abbiamo letto il vostro blog e lo abbiamo trovato molto interessante ma vichiediamo un consiglio dove possiamo andarlo a macinare in forma integrale nei dintorni di bassano del grappa possibilmente.
    siamo veramente in difficoltà

    grazie mille

    flascotton@gmail.com

    RispondiElimina


Translate

Post piu letti nell'ultima settimana

Qualche post dal passato...