Cerca nel blog

mercoledì 13 giugno 2012

Ci siamo ancora!


Questo ultimo periodo è stato veramente intenso di eventi ed emozioni: i lavori con la nuova casa, importanti novità in famiglia e il tran-tran quotidiano ci hanno assorbito completamente, tanto da farci ritrovare ogni giorno spesso stanchi, nervosi, a volte preoccupati, ma con lo sguardo sognante verso il futuro, tendenzialmente ottimisti  e, dai,  alla fine felici.

Pronti a ricominciare e a risollevarci da, tutto sommato, piccole delusioni.

Ma non vi voglio svelare tutto subito, a raffica, perchè vorrei trovare le parole giuste per ogni cosa, quando crederò sia il momento adatto.
Che tanto: "ogni cosa vien da sè", praticamente sempre.

Vi aggiorno volentieri sull'andamento dei lavori di ristrutturazione, dal mese di Maggio e finora,   con qualche nuova foto.




La posa dei travi del secondo solaio per ricavare il secondo piano sotto tetto

Vi ricordate l'arco sopra la porta che non potevamo fare? Beh, abbiamo deciso di farlo  lo stesso! 

E guardate che capolavoro è riuscito ricavare Nonno Urbano con pazienza, fatica e maestria ha ricostruito  e centrato l'arco con le pietre 

Le scale: probabilmente i primi tre gradini saranno in pietra, gli altri di legno...

Ecco il tetto, la vista dalla strada principale a Nord che guarda giù sulla contrada .

Ed ecco il 2° piano, sarebbe più corretto dire secondo e non terzo, abbiamo cioè Terra, Primo e questo  Secondo (e ultimo)

Verso Sud è bassissimo però verso Nord ricaviamo una camera ampia e ad altezza regolare con ben due finestre, quindi non è un piano "sprecato". 

Queste sono le due finestre dell'ultimo piano sopra descritto.

Ora i sassi sulla casa si vedono molto di più perchè stiamo togliendo  il vecchio intonaco esterno e pensando a come fare il nuovo, lasciando in tutto o in parte i sassi a vista.
Qui si scontrano esigenze di isolamento termco  con il nostro gusto estetico per il "rustico", sembra difficile coniugare le due cose! 

Il tetto 

Ovviamente su una casa con mura vecchissime stiamo affrontando problemi e cercando soluzioni per rinforzarne la solidità. Non sto a tediarvi con dettagli tecnici.

L'impresa ha trovato delle parti veramente messe male soprattutto in alto.
Ci hanno quasi fatto pentire di aver voluto tenere i muri in sasso invece di abbattere e rifare nuovo.
Dopo aver tolto le vecchie malte interne si sono scoperte zone di muro e sassi anneriti, è stata scartata l'ipotesi dell'incendio, ma si è ipotizzato che lo stabile venisse utilizzato per affumicare nei tempi che furono... Pensate un pò.

Abbiamo deciso di mettere sopra le finestre dei travi. 
Perchè è una caratteristica dell'antica architettura di questa zona montana e poi perche ci piace.
Fra l'altro abbiamo recuperato i vecchi travi di castagno che c'erano in questa casa!

Questa è stata una di quelle scelta che a noi andava di fare da subito ma che tutti ci hanno sconsigliato.
Le soglie esterne delle finestre saranno di mattoni di cotto.

A sentire i commenti "degli addetti ai lavori" sembra che quasi tutto quello che ci piace sia poco funzionale, moderno, comodo. 

Si, forse siamo un pò strani noi...
Che dite?


3 commenti:

  1. C'è chi sostiene che tutto, anche le pietre, mantengano una memoria, a livello energetico. Sembra una casa con una storia da raccontare e da vivere. Veramente bella, complimenti.

    RispondiElimina
  2. i lavori di ristrutturazione sono sempre emozionanti ma snervanti
    però mi piace lo stile rustico che avete scelto

    RispondiElimina
  3. lascia che parlino gli addetti ai lavori....loro hanno un'ottica diversissima di "vedere" la casa...il loro approccio è professionale, il vs amoroso e appassionato, un po' diverso direi! Quasi quasi vi vengo a cercare per vederla dal vivo questa bellissima casa! Io sono di Schio ;-)

    RispondiElimina


Translate

Post piu letti nell'ultima settimana

Qualche post dal passato...