Cerca nel blog

domenica 14 settembre 2014

Zufolo di Pan

Negli ultimi fine settimana praticamente non ci siamo  mai mossi da casa, sapete cosa sembriamo? Delle formichine tutte indaffarate attorno al proprio formicaio!
Dentro e fuori impegnati in mille lavoretti! 
In questi giorni, finalmente, la nostra casetta è stata dotata delle porte interne
ed oggi abbiamo perciò finito (o quasi) di posare i battiscopa!
Durante la settimana, nella pausa pranzo, non ho più la possibilità di andare a casa e quindi i lavori domestici sono tutti rimandati al wee-end. Quindi ho fatto un sacco di lavatrici, steso e ripreso il bucato un sacco di volte, rinvasato 3 piante da interno,  lavato sandaletti, spazzato, pulito i pavimenti, il bagno, cambiato lenzuola, riordinato qua e là, svuotato la spazzatura, e tanto altro ancora che magari poco vi interessa!

Però, però, tempo per giocare, riposarsi, a inventarsi qualcosa si trova sempre!

Quindi, veniamo all'argomento principale di questo semplice post, un giorno, su un libro, era spiegato come realizzare uno zufolo tipo quello del famoso Pan, dell'Isola che Non c'è, e visto, che la materia prima è tutta disponibile appena fuori la porta di casa ...

1° step: a prendere il bambù e anche alcune bacchette di legno tenero, noi abbiamo preso il nocciolo, per i "tappi" dei flauti e  con l'occasione abbiamo fatto una passeggiatina...



Vale, spesso, mi chiede di poter fare delle foto e  poi a me piace vedere da cosa è catturata la sua attenzione:

Foto di Valentina (6anni)

Foto di Valentina (6anni)


Foto di Valentina (6anni)





 2° step: costruire lo zufolo! Che poi, qualcuno che passava, per prendermi in giro, mi ha chiesto se lo stavo facendo per me o.... E' che, in effetti, ero tutta presa e mi stavo divertendo più io che  la destinataria dello zufolo!



Esecuzione:
Tagliare la canna di bambu i vari pezzi che saranno i vari flauti.
Da una parte si taglia prima del nodo e dall'altra dopo, così il bambù da una parte rimane tappato e dall'altra aperto.
Si intaglia come nella foto.
E poi si tagliano anche i tappi, ai quali bisogna asportare una fetta pari circa ad 1/4 per lasciare passare l'aria soffiata. ------Bisogna fare un pò di collaudi per sentire come suona. (Era qui che mi divertivo!!)
Tenete conto che una volta secco il legno "cala" quindi probabilmente il giorno successivo il tappo potrebbe scivolare fuori.


Infine si legano insieme tutti i flauti con l'aiuto di due stecchette davanti e dietro possibilmente con uno spago in fibra naturale.


Buona zufolata!



4 commenti:

  1. Lo ha costruito mio papà quest'Estate... veramente bello!!! Buon proseguimento di lavori a tutto il formicaio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il suono che produce ogni flauto è diverso ed è bello sperimentare l'effetto che fanno assieme! Tutti hanno voluto provare anche il nonno!!!

      Elimina
  2. Confesso che avrei voluto sempre averne uno...sin da piccolo mi piaceva il suo suono,ma...non sapevo come fare per costruirne uno.
    Tutto adesso è più semplice, grazie a questo post.
    Grazie per la condivisione.
    Ciao
    A.A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro A.A. è inutile negarlo, in buona parte l'abbiamo fatto perché anche io ne volevo uno!! Ciao !!

      Elimina


Translate

Post piu letti nell'ultima settimana

Qualche post dal passato...